HomeitalianoLifeAbout

Monday, 10 May 2010

Prima ricetta: l'amato Bunet!

Eccomi qui, finalmente nella blogosfera, tra le migliaia di altri foodblog da oggi c'e' anche il mio!


Scelgo di cominciare questo blog con un morbido e profumatissimo Bunet.
Io adoro i dolci al cucchiaio e questo è un classico del Piemonte realizzato con amaretti e cioccolato.
Mi rendo conto che quando penso al Bunet, come adesso che ne scrivo, penso a Torino, alla sua architettura barocca, alle Alpi  che la circondano... il Bunet per me e' un must, e' casa, gli sono affezionata e questo ne fa il mio dolce preferito!
Io aggiungo anche del caffè ristretto, dà un tocco in piu' e si unisce a quell'amalgama di aromi e profumi che rende questo dolce amio avviso fantastico. Quasi dimenticavo di parlarvi del caramello, imprenscindibile nel bunet, solitamente e' liquido come uno sciroppo. Oggi, un po' per festeggiare l'inizio di questo blog, un po' per dare sfogo alla mia fantasia, ho lavorato il caramello a caldo con una forchetta  ed e' diventato una capricciosa guarnizione. Trovate una scusa per prepararlo e viziatevi, ne vale proprio la pena.

Bunet (per 6 persone)

3 uova (uno intero e due tuorli)
¼ latte intero fresco
1 hg di amaretti
3 cucchiaiate abbondanti di cacao amaro
75 gr. zucchero (di cui 30 gr. per il caramello)
1 tazzina di caffè ristretto
la scorza grattuggiata di mezzo limone bio
1 stecca di vaniglia

  • Versate il latte in un pentolino con la stecca di vaniglia incisa nella lunghezza, scaldate e lasciate il tutto in infusione per una trentina di minuti.
  • Con una forchetta sbattete in una terrina lo zucchero e le uova (un uovo piu' due tuorli come detto), unite cacao, amaretti sbriciolati e gli altri ingredienti a seguire. Quando il composto sarà pronto iniziate a preparare il caramello.
  • Versate lo zucchero rimanente in un pentolino a fiamma bassa e scaldate lentamente aspettando che  lo zucchero cominci a sciogliersi; con un cucchiaio di legno continuare a mescolare gentilmente e cuocere finchè lo zucchero non si sarà trasformato in un sciroppo di colore miele  – l'intera operazione dovrebbe durare 10-15 minuti.
  • Versate un po' del caramello in 6 stampini monodose oppure in uno stampo unico tipo plumcake facendo attenzione poichè molto caldo.
  • Rimuovete infine la stecca di vaniglia e versate il latte nel composto preparato precedentemente, mescolate e versate negli stampi. Riponete gli stampi dentro una teglia, versate circa tre cm di acqua all'interno, coprite il tutto con carta stagnola e cuocete a bagnomaria per circa un'ora a 180 C.  
  • Non appena si sarà raffreddato con la lama di un coltello separatelo dai bordi dello stampino capovolgendolo su un piatto da portata. Servite a temperatura ambiente.
  •  

      12 comments:

      Anonymous said...

      Wow! Bellissime foto, ottima ricetta. Complimenti!

      Sandy said...

      bellissima la guarnizione con il caramello! :O
      un bacio :*

      stefania said...

      Complimenti per il blog! che dire del bunet...la presentazione e' splendida.

      Katia said...

      Stefania mi raccomando: il caffe' per il bunet va preparato con la caffettiera!
      Baci.

      Margherita said...

      Benvenuta nella foodblogosfera!
      Questo va assolutamente assaggiato! :)

      Katia said...

      Grazie per il tuo augurio di benvenuto Margherita!
      :)

      Angela said...

      Buono il Bunet!!!
      la variante con la scorza di limone mi incuriosisce.. provo e vi faccio sapere!! :o)

      Stefania said...

      Complimenti per il blog, bella grafica, foto ben studiate e soprattutto ricette invitanti, meglio non leggerle a stomaco vuoto come sto facendo io! ;)

      M@x said...

      vorrei proprio fare un "taste"

      angela said...

      Complimenti per la ricetta!!
      l'ho provata ieri sera per una cena tra amici, ed il bunet è venuto veramente ottimo!!
      non ho osato cimentarmi nella guarnizione con il caramello.. ma la prossima volta non mi ferma nessuno! ;D

      Katia said...

      Angela:
      dai, la prossima volta cimentati con i ghirigori di caramello, e' divertente e si fa in fretta. Fai solo attenzione perche' e' rovente.
      A presto : )

      Anonymous said...

      Come fai afare quelle belle decorazioni??
      Non ci riuscirò mai!
      Ciao, Lucio

      Post a Comment

       
      Copyright © 2010 KatiaAndKitchen, Katia P. All Rights reserved.