HomeitalianoLifeAbout

Tuesday, 8 March 2011

La "vegetable frittata" di Payard


Non riesco proprio a non comprare libri, diciamo che non riesco proprio a non comprare in generale, ma i libri, specie se di cucina, mi attirano come una calamita.
Per dirla tutta in questo periodo il mio obbiettivo sono i finger food: son decisa ad ampliare il mio repertorio in materia, nemmeno avessi in programma una moltitudine di party o cene qui a S.F. Ma poco importa, io nel frattempo mi tengo in allenamento in attesa che un po' di occasioni mondane si presentino anche in quel d'America... e spero si diano una mossa prima che riparta di nuovo per chissa' dove.

Questi bei bocconi colorati vengono definiti senza fronzoli "vegetable frittata" dal loro autore, il celebre pasticcere francese François Payard, il quale, come ho scoperto, dal suo famoso bistrot di New York firma non solo dolci ma anche finger food.
Referenze a parte, questa preparazione e' ottima sia come finger food che come antipasto tiepido: si prepara anche il giorno prima, si accompagna bene con una crema di formaggio fresco e cipollotto, profuma di  basilico, e non solo, se usate la patata blu l'effetto scenografico e' assicurato... altro che frittata qualunque, questa e' una frittata firmata.
Bene, da oggi ho deciso che il celebre Payard diventa la mia fonte di ispirazione (fino alla scoperta della prossima fonte di ispirazione, s'intende).
Come son volubile!

Vegetable frittata di Payard
(15 – 18 cubotti)

3 uova bio grandi (o 4 piccole)
2 peperoni rossi medi
2 zucchine medie
1 melanzana piccola
1 porro
2 patate blu medie
1 cucchiaio di parmigiano grattuggiato
1 manciata di basilico fresco
sale e pepe
olio e.v.o. q.b.

  • Tagliate i peperoni a falde, metteteli su una teglia coperta da carta da forno ed infornateli per 15 minuti circa a 200ºC. Non appena saranno teneri lasciateli raffreddare ed eliminate la buccia.
  • Tagliate le patate, le zuccchine e la melanzana in fettine dello spessore di circa 0.5 cm.
  • In una larga padella antiaderente scaldate un giro di olio e mettete a rosolare le melanzane e poi le zucchine, circa un paio di minuti per lato (la ricetta prevede la frittura, in realta' basta aggiungere qualche cucchiaio di acqua, coprire e cuocere a fiamma bassa.. e la frittura e' evitata).
  • A cottura ultimata riponete tutte le verdure su carta assorbente ed utilizzate la stessa padella per cuocere il porro tagliato a rondelle, anche in questo caso e' sufficiente una manciata di minuti.
  • Portate a bollore un po' di acqua salata e fate cuocere le fettine delle patate per pochi minuti finche' non saranno appena tenere (attenzione che non si disfino).
  • Sbattete le uova, aggiungete il basilico sminuzzato, il parmigiano, sale e pepe.
  • Foderate uno stampo per plumcake (il mio e'cm 14x24) con carta da forno, e visto che questa rimane un po' troppo rigida vi suggerisco di bagnarla e di asciugarla con un cannovaccio prima di usarla.
  • Non appena il vostro stampo sara' pronto adagiate sul fondo della teglia le fettine di patata in modo piu' possibile compatto, e versatevi poco del composto di uova.
  • Procedete allo stesso modo anche per le altre verdure, ricordandovi di macinare un po' di sale e pepe fresco su ogni strato.
  • Concludete con i porri e in ultimo con il resto del composto di uova.
  • Infornate a 200ºC per 30 minuti esatti (il mio forno e' statico).
  • Sformatela solo quando e' fredda, meglio se il giorno dopo, si tagliera' molto facilmente.

32 comments:

Max said...

Bastano le foto per capire e percepire tutta la bontà di questa frittata...buona giornata.

Federica said...

L'arcobaleno nel piatto, ganzissima la frittata colorata^__^ Ti adorooooooo! primo perché amo le uova, secondo perché non è fritta, terzo perchè fa un figurone che lascia tutti a bocca aperta. Non riuscirò mai a trovare le patate viola qui ma potrei fare un pensierino al nero di seppia :)))))
Baciotto gioia, buona giornata

P.S. Ti aspetto per il contest zenzer(i)AMO? non mancare ;)

FrancescaV said...

pure la frittata firmata, non ci facciamo mancare proprio nulla eh? ;-) Tu lo sai che adesso mi andrò a cercare il nome di questo libro, vero? Molto belle le foto, la preparazione ha veramente carina e l'effetto finale è assicurato, brava!

fiOrdivanilla said...

Katia, hai proprio ragione>! Se le merita tutte le lodi questo Payard!
E' di sicuro effetto scenografico ma non solo, penso proprio sia buona oltre che bella! E sulla patata blu... non c'è paragone, quella bianca non renderebbe come questa !

la sissa said...

ciao Katia, in effetti è una di quelle ottime idee per un aperitivo tra amici o un tortino per cena magari in versione mini, perchèno?!??! ! La frittata al forno mi piace un sacco! Me la salvo per la prima occasione utile!
Grazie e buonissima giornata!
Sissa

Fabiana said...

ciao Katia...che foto meravigliosa.. sembra un quadro... e poi la frittata mi intriga moltissimo.. un bacio

Babs said...

MA CHE BELLA E'????
grazie katia di averci regalato questa piccola opera d'arte!
;)
ciao!

Ambra said...

Ma è meravigliosa tesoro....bellissima!!!Assolutamente da fare e che effettone con quell'arcobaleno di colori!!!Geniale davvero...qui regna sempre il buon gusto...in tutti i sensi!Baciotti!

lucy said...

ottimo effetto e soprattutto una ricetta di stagione e buonissima.ottima idea come finger food.!

angela said...

Che roba psichedelica! :-)
Ho visto blu e pensavo di avere problemi con il pc! ihihih! :-)
Come al solito le foto sono fantastiche e la frittatina sembra proprio invitante!
Un bacio, Angela.

arabafelice said...

Ti adoro!
Tra qualche settimana ho un buffet con una marea di persone, questa frittata chic e' appena finita nel menu, poi si puo' fare in anticipo!
Peccato che qui non trovi la patata blu, pero'.

( parentesiculinaria ) said...

Ma splendida! Un raggio di sole sulla tavola ancora avvolta dalla tovaglia invernale (wow... hai tirato fuori perfino un mio lato poetico!! :)
E poi leggere della patata blu (che sarebbe quella viola, no? O è un'altra ancora PROPRIO BLU?!) mi piace molto. Sempre bello raggiungere questo risultati con ingredienti nature...

Roby e Loris Feelcook said...

Quando si dice "Anche l'occhio vuole la sua parte"... e che parte! Bellissimissima, davvero d'effetto. Io mangerei frittate e omelette ogni giorno, e se sono in piccole porzioni poi, mi attraggono da matti... di queste coloratissime ne farei una bella scorpacciata, la fonte oltretutto è d'eccezione. Non ho visto l'originale ma la tua riproduzione è spettacolare! Continua con gli acquisti e con i finger food, c'è bisogno di te!
Roby

Passiflora said...

ma è bellissima! la patata blu? ma dove la trovo? la voglio!

Acquolina said...

dovrò fare a meno della patata blu ma per il resto questa ricetta è da segnare e da rifare, bellissima e con tante verdure!!!

Reb said...

Patate blu? sapere di più...

twostella il giardino dei ciliegi said...

Che bocconcini allegri e sfiziosi. Grazie per l'idea :-)

Katia said...

@Max
Ciao e grazie per la visita
@Federica
non sono proprio da contest perche' non ricordo una sola data... ma non posso non partecipare al tuo! :)
@FrancescaV
in fondo siamo anche un po' fashion victim.. che ne pensi di questa frittata per la primavera/estate 2011? :) Baci
@Fiordivaniglia
infatti Manu, ho provato anche con la patata gialla solo che il colore dopo la cottura tendeva un po' al grigino... diciamo pure che dal punto di vista estetico non c'e' nessun paragone con la patata blu. Baci
@La Sissa
va benissimo in entrambe le occasioni... :) A presto
@Fabiana
ciao e baci anche a te
@Babs
Grazie per l'entusiasmo Babs, detto da te mi fa un gran piacere!
@Ambra
Sei troppo carina come sempre Ambra, un bacione.
@Lucy
alla fine se deve essere fritta che almeno faccia figura :)
@Angela
No, per una volta non e' iil tuo pc a farti disperare, trattasi di vera patata blu :)
un bacio tesoro
@Arabafelice
che bello un buffet, guarda verrei volentieri fino in Arabia a darti una mano... :)
@Parentesi culinaria
ma guarda credo che ci siano sia blu che viola, nel senso che ne ho viste di entrambi i colori, la ricetta consigliava proprio la "blue potato", ed io combinazione ho trovato proprio quelle... poi c'e' chi le chiama blu chi viola, ma penso appunto esistano entrambi e siano equivalenti :)
@Feelcook
dici di continuare con gli acquisti di libri? Aiuto, se poi riparto non so piu' dove metterli!
Ad ogni modo mi e' venuto il pallino per finger food e altre chicche da chef, ricette piuttosto semplici ma che fan figura. Mi fa un gran piacere condividere, grazie Roby. Bacione :)
@Passiflora
non l'ho mai comprata in Italia ma so che c'e', meno diffusa ma puoi comunque trovarla... a presto
@Acquolina
in effetti puoi usare le verdure che ti capitano, anche il peperone verde o giallo e' molto carino :)
@Reb
Come dicevo dovrebbero essere in vendita anche in Italia perche' tempo fa avevo visto altre blogger che l'avevano usata... dai dai che la trovi :)
@Twostella
Sono allegri in effetti, grazie e a presto

lerocherhotel said...

deliziosi questi bocconcini!

Kitty's Kitchen said...

Nel caso ti mancassero occasioni di stomaci da sfamare posso fare un salto io da te! :))
Se poi mi proponi tanti assaggini finger di questo tipo impazzisco. Non ti conoscevo il tuo blog è molto carino. Saluti

chiara said...

Katia anche io nn riesco a non comprare!!! i libri sono una tentazione a cui non riesco proprio a resistere!!!
bellissimiii finger food, cos' belli da vedere e gustosissimi, piccoli bocconcini uno diverso dall'altro...
la frittata è super!!!l'effetto scenografico è fantasticooo!!!!
baci

briossa said...

Meravigliosa!

ilcucchiaiodoro said...

Un pò lontana altrimenti ti avrei aiutata tu cucini io mangio :-))
Questi strati di diversi colori mi affascinano sempre,ancor di più se vegetali!!! Ottimo!
Donatella

elenuccia said...

Questi quadrotti sono troppo belli. Ma secondo te se uno mettesse tutte le verdure una sopra l'altra a strati e poi mettesse il composto di uova tutto in una volta piano piano verrebbe diverso?

Kiara said...

Ma che spettacolo! Un tripudio di colori.... aspettando la primavera! Complimenti!

Milen@ said...

E' un capolavoro e l'effetto cromatico è stupendo: non mi fermerei di certo al primo boccone!

Sandy said...

Dev'essere fantastica! (come tutto del resto)
non vedo l'ora di farla e, soprattutto, mangiarla!

Kiss u

MMM said...

super!! e che acquolina..!
ti seguiamo=)
passa a trovarci..
www.modemuffins.blogspot.com
baci
MMM

marifra79 said...

Da troppossimo tempo non ne faccio una! La tua è splendisa e colorata, insomma da rifare il prima possibile!!!!!!!!!!! Un abbraccio

Katia said...

@Kitty's Kitchen
Ciao e grazie mille per la tua visita :)
@Chiara
Io mi perderei in libreria... e vedo che non sono la sola. Baci e a presto
@Ilcucchiaio d'ora
Ciao Donatella! Io cucino, tu mangi e poi mi dai una mano un cucina pero' ;)
@Elenuccia
Credo sia meglio in questo modo... ma poi scusa che ti costa metterne un po' per ogni strato?! Non far la pigra :D
@KIara
ciao e grazie per la visita
@Milena
vedo con piacere che l'effetto technicolor e' piacuto molto :)
@Sandy
Kisses my lovely :)
@Marifra
Rivalutiamo le frittate allora! :) Baci

Marjlou said...

Ma è stupenda questa frittata!!!
Messa nella lista delle ricette da cucinare al più presto!!!!
Complimenti per la bellezza del blog!!

milena said...

bella e sicuramente buona ! grazie per la ricetta che proverò sicuramente ;-)

Post a Comment

 
Copyright © 2010 KatiaAndKitchen, Katia P. All Rights reserved.