HomeitalianoLifeAbout

Monday, 19 March 2012

Dado vegetale. Scusate se esiste...


Uhm, credo di essere la blogger meno puntuale e precisa che conosciate. Ormai e' risaputo che tra un mio post e l'altro passino talvolta settimane o addirittura mesi. E tante volte, come questa, non ritorno nemmeno con effetti speciali o cupcakes sberluccicanti, bensi' mi presento con un misero dado color muschio.
E si sa, per quanto ben infiocchettato e fotografato, un dado vegetale non e' certo da acquolina in bocca.
Pero' se e' finito qui una ragione c'e'. E mi perdonerete se alla fine ho deciso di rifilarvelo, vero? : )

Questo dado mi piace. L'ho fatto e rifatto in piu' occasioni variando le dosi, ma questa e' la prima volta che riesco a sentire non odore ma profumo di brodo vegetale. Per di piu' gradevole. Ho usato solo prodotti biologici, ho aggiunto diverse erbette ed ho cucinato a fuoco basso per un'ora e mezza fino ad ottenere questo concentrato di verdure che in un attimo trasforma acqua calda in buon brodo caldo.
Insomma, sara' anche bruttino ma almeno e' buono, furbo e rimane sempre disponibile li' nel frigo per dei mesi senza fare una piega. Ma cosa vogliamo di piu'?!

Dado vegetale
(circa gr. 350)

200 gr sedano
200 gr carote
1 cipolla, 100 gr
1 porro
250 gr sale grosso
prezzemolo, 10 gr
basilico, 10 gr
timo, 2 rametti
salvia, 1 foglia
lauro, 1 foglia
rosmarino, rametto 1


  • Mondare, pelare, lavare ed asciugare tutti gli ingredienti. 
  • Tritare il tutto in un mixer e versare in una pentola dal fondo spesso, ideale una Le Creuset.
  • Aggiungere il sale e cuocere a fiamma bassa senza aggiunta di acqua: il sale si sciogliera' e cuocera' insieme alle verdure assumendo una consistenza morbida. 
  • Lasciate cuocere lentamente finche' i liquidi saranno evaporati e il trito di verdure comincera' ad asciugarsi (circa un'ora e mezza). 
  • Rifrullare il tutto e, se necessario far asciugare ulteriormente, cuocere ancora a fiamma bassissima in una padella antiaderente. Io ho usato una padella in vetro ceramica ed ho cucinato mescolando per circa 10-15 minuti fino ad ottenere una consistenza molto asciutta. 
  • Riporre in un unico barattolo o piccoli barattoli sterilizzati e conservare in frigo o in freezer. 
  • Il sale contenuto oltre ad essere un ottimo conservante evita anche che il dado geli durante la conservazione in freezer, potendo dunque essere facilmente prelevato al bisogno. 
  • Le dosi che consiglio sono un cucchiaino da te' abbondante per circa 1 litro di acqua calda, ma meglio regolare secondo i propri gusti.

21 comments:

ilcucchiaiodoro said...

Pensavo fossi sparita di nuovo...
Tu non ci credi ma sia che ho fatto proprio ieri per la prima volta il dado??? Una versione diversa... mi sa che ora mi prende la fissa del dado e preparo anche questo!

Donatella

lucy said...

ti diro'che ci sta tutto e lo trovo interessante come post.perdonata l'assenza....poi diciamocelo... dimostrazione che e'piu'sano farcelo che comprarlo!

Gaia said...

E meraviglioso, vero, il brodo fatto così?
ne ho un vasetto in frigo che sta per finire, e per fortuna in freezer ce n'è un altro che aspetta che arrivi il suo turno!!
notte!

Gaia said...

E meraviglioso, vero, il brodo fatto così?
ne ho un vasetto in frigo che sta per finire, e per fortuna in freezer ce n'è un altro che aspetta che arrivi il suo turno!!
notte!

Gaia said...

E meraviglioso, vero, il brodo fatto così?
ne ho un vasetto in frigo che sta per finire, e per fortuna in freezer ce n'è un altro che aspetta che arrivi il suo turno!!
notte!

Babs said...

ma che carotine invitanti hai????? mettono fame!

Stefania Orlando said...

Sai che questi dadi homemade non ho mai avuto il coraggio di farli, non so nemmeno io perche'?
Il tuo procedimento non mi sembra troppo complicato, vorrei provare.
Ah, il tuo dado ovviamente e' anche bellissimo ;-)

Federica said...

Gli effetti speciali lasciamoli al cinema e veniamo invece al sodo e utile :) E magari è la volta buona che il dado, ormai bandito dalla mia cucina da tempo, torna a metterci piede. Comodo il freezer senza che geli. Io un bel pensierino ce lo faccio...Un bacione, bentornata ^_^

Maria said...

Certe volte le cose che sembrano meno appetitose sono quelle che in cucina si usano di più e che fanno meravigliosi anche i piatti più complessi.. è davvero importante il dado vegetale in cucina e, se fatto in casa, simbolo di una profonda dedizione a una cucina autentica e genuina:)

elenuccia said...

E chi lo dice che il dado vegetale non sia bloggabile? trovo invece che sia proprio un'idea utilissima. Io vivo di minestroni e roba simile quindi questa ricetta mi è utilissima.
E poi trovo che le foto siano bellissime

Acquolina said...

ottimo consiglio, non l'ho mai fatto!
e poi fai delle bellissime foto, anche le tue carote sono fotogeniche! :-D
bacione

marifra79 said...

Belle belle belle quelle carote:))))))) Ti abbraccio forteforteforte:)))))))))))

Kiara said...

stavo già iniziando a preoccuparmi...credevo fosse in atto un altro trasloco! :-) Questo dado vegetale l'ho fatto anch'io ed è favoloso!!!! Quando ho voglia anche solo di una semplice pastina, sa trasformarla in un piatto delizioso e delicato! Poi lo si può anche surgelare nei contenitori del ghiaccio, in comode monoporzioni! Più facile di così? Brava Katia! Bacione

Meg said...

E' sempre utile la ricetta del dado vegetale home made!

*La Creatività di Anna * Anna's Creative Style* said...

Ciao, ti invito al mio giveaway in regalo ci sono due bottiglie di vino e 3 vasi di confettura di BACCO NON LO SA, da nn lasciarsi assolutamente sfuggire, troppo buoni!
Scade il 28/03/2012 ti aspettiamo Ciao e a presto^_^
http://lacreativitadianna.blogspot.com/2012/03/5-giveaway-vinci-i-deliziosi-prodotti.html

'Le ricette dell'Amore Vero' di Claudia Annie said...

questa ricetta è da segnare, complimenti! :) baci e buona domenica!

Roby e Loris Feelcook said...

Ma che dici? Ogni cosa che tiri fuori tu e' un successone! Un invito al cibo sano e appetitoso, adoro la tua foto, gli rende giustizia, brava!

Nus In Cucina said...

Bellissima e utilissima ricetta!!

Ben said...

Bellisimo! That's all I can say in Italian, but the pictures are beautiful :)

Barbara said...

Ho letto che sei nuovamente in London? Welcome back

Ristorantiitaliani a Cracovia said...

Grande post, devo provare!
La cucina è anche la mia passione nei tuoi articoli si può anche vedere! Saluti

Post a Comment

 
Copyright © 2010 KatiaAndKitchen, Katia P. All Rights reserved.