HomeitalianoLifeAbout

Thursday, 13 May 2010

Torta di miele e nettare di agave con noci


Come vi sembra questa torta tutta miele e nettare di agave?
Se pensate che voglia attentare al vostro pericolante indice glicemico con una torta stradolce... vi sbagliate : ).
Per la cronaca: l'Agave e' una pianta originaria del centro America e il nettare che ne viene estratto ha un aspetto fluido ed ambrato simile al miele.
Si tratta di un vero e proprio dolcificante naturale, usato in Messico sin dai tempi degli Aztechi, ricco di sali di minerali e con un indice glicemico molto basso. Non solo, ha il 25% di calorie in meno rispetto allo zucchero pur essendo molto piu' dolce... dunque ne usate molto meno riducendo le calorie totali.
Ad essere sincera non avevo mai usato questo nettare prima d'ora, prossimamente provero' ad usarlo come dolcificante per una torta completamente diversa e vi faro' sapere.

Questa ricetta l'ho trovata in una rivista inglese, l'idea della pasta fillo come croccante contenitore di queste bonta' mi ispirava molto.
Le mie modifiche: ho aggiunto le noci che col miele vanno a nozze ed ho sostituito il pangrattato con l'avena. Non so a voi... ma francamente mi sembrava infelicissima l'idea di mettere del prangrattato in una torta cosi'.

Torta miele e nettare di agave con noci
(8 persone)

6 fogli di pasta fillo
150 ml  nettare di agave
120 ml  miele chiaro (io l'ho usato ai fiori d'arancio)
2 limoni non trattati (la scorza grattuggiata)
8 cucchiai crème freche magra
1 cucchiaino di zenzero macinato
3 uova (1 intero e 2 tuorli)
150 gr fiocchi di avena
50 gr noci

  • Scaldare il forno a 180° C.
  • Preparate la pasta fillo (tiratela fuori dal freezer 30 minuti prima se e' congelata).
  • Ungete con un pennello ed un po' di olio ogni singolo foglio; sovrapponeteli e formate una sorta di millefoglie (la pasta fillo e' molto delicata e ricordatevi di lavorarla velocemente).
  • Non appena avrete ottenuto un unica base di pasta stendetela in una teglia con cerniera del diametro di circa 25 cm.
  • Infornate in bianco per circa 8-10 minuti o finche' risulti leggermente dorata. Potrete riempirla di fagioli oppure, se tende a gonfiarsi al centro, bastera' punzecchiarla un paio di volte con una forchetta.
  • Nel frattempo in un recipiente mescolate bene il nettare di agave, il miele, le uova, la scorza dei limoni, lo zenzero, l'uovo e i tuorli. Unite infine i fiocchi di avena.
  • Versare la crema ottenuta nel contenitore di pasta fillo, cospargere di noci a pezzetti ed infornare di nuovo per circa 35-40 minuti.
  • Lasciatela raffreddare prima di rimuoverla dalla teglia.
  • Buona da sola, deliziosa se servita con yogurt alla vaniglia o gelato.

    16 comments:

    Silvia said...

    con la panna montata sopra come la vedi ?
    :-)
    bacio

    Alem said...

    ma quanto è bella!!!!!
    La pasta fillo è geniale, lascia spazio al ripieno!! :)

    Juls @ Juls'Kitchen said...

    Bella e buona! le riviste inglesi sono davvero geniali! ma lo sciroppo di agave si trova bene lì a London? qui ti dico che mail l'ho intravisto! e brava per l'avena, ma scherzi! anche se vedo che in molte ricette inglesi queste breadcrumbs sono gettonatissime!
    buona giornata!

    Katia said...

    Silvia:
    la panna montata? Non saprei, forse preferirei una pallina di gelato alla vaniglia o fior di latte :)

    Alem:
    Grazie Alem, passero' presto a farti visita ;)
    Ciao!

    Jul:
    Bene, non sono l'unica ad essere perplessa riguardo all'uso del breadcrumbs ;)
    Per quanto riguarda invece il nettare di agave qui a Londra lo si trova tranquillamente al supermercato, in Italia credo invece lo vendano solo nei negozi Bio...
    Ciao e a presto :)

    M@x said...

    come ci sembra??? ci sembra buonizzima assai!! solo a vedere le foto ho fatto indigestione, anche se sono sicuro che ieri sera.. "qualcuno" ha pensato bene a dimezzarne la superficie.. veroooo???? :D

    Eloisa said...

    mmmh...penso che la preparerò per le mie colazioni.....e merende....e dopo cena.... :-)

    Eloisa said...

    Per Silvia: Cugi, appoggio la scelta della panna montata! :-)

    Jillo said...
    This comment has been removed by the author.
    Jillo said...

    Se la mangiavano già gli Aztechi, deve essere molto buona!

    Anacardo said...

    ma con la storia del 25% di calorie in meno vuol dire che posso mangiarla anche io?

    Angela said...

    Caspita!! deve essere davvero buona!!
    non ha mai usato la pasta fillo.. mi sembra una buona occasione per provare!!
    mi metto alla ricerca dello sciroppo d'agave. :o)

    Cmq Katia, rinnovo i miei complimenti per le foto.. brava!!

    Sandy said...

    penso che questa possa essere la mia ricetta preferita!:D

    stefania said...

    Per Angela,
    io neanche ho mai usato la pasta fillo,provero' e ti faro' sapere ...
    Per Katia,
    la pasta fillo si puo' usare anche per la preparazione di torte salate?

    Katia said...

    Stefania:
    E' una base dal sapore neutro dunque puoi usarla tranquillamente per le preparazioni dolci o salate (e non ha grassi aggiunti come la pasta sfoglia o frolla).
    a presto :)

    Angela:
    Fammi poi sapere del risultato homemade della fillo... quasi quasi compro la farina di manitoba e provo anche io. Un bacio.

    Silvia said...

    per Jillo: gli Aztechi si sono estinti credo ... non è incoraggiante :-)
    scherzo !!

    per Eloisa : appena Katia viene giù ce la facciamo preparare e la proviamo con tutte le varianti ( panna montata gelato ecc ) e poi valutiamo ... ok ?

    terry said...

    Ciao! ti scopro solo ora e sono davvero ammirata dal tuo blog... bellissimo per ricette e foto! complimenti davvero!

    Post a Comment

     
    Copyright © 2010 KatiaAndKitchen, Katia P. All Rights reserved.