HomeitalianoLifeAbout

Tuesday, 31 May 2011

Gratin di cozze e vongole


Vi avevo parlato della pesca self service no?! Vi avevo anche accennatto al fatto che la suddetta pesca sia per me un po' scomoda, insomma: il cestino (bagnato) da una parte, la pinza (bagnata) dall'altra, posizione da contorsionista per proteggermi dagli schizzi d'acqua. Eh si', la concentrazione non e' rivolta solo alla pesca ma anche a cercare di uscir di la' pulita, anche perche' non sono certo l'unica pescatrice ; ). Tuttavia si puo' fare, basta tener conto pero' di un'altra accortezza: gel disinfettante per le mani contro ogni odore di pesce.

Questa versione di gratin e' semplicissima e prevede piccoli diversivi rispetto al classico: il pangrattato e' tostato nel burro anziche' nell'olio e il sidro di mele puo' esser usato alla stregua del vino. Aggiunge inoltre zest di limone, timo e aneto al classico prezzemolo rendendo questo piatto ancora piu' profumato.

Nota: blogger funziona male e la parte dei commenti e' off limits sia per me che per molte altre persone... questo e' anche un piccolo test per vedere se riprende a funzionare e quanto :( 

Gratin di cozze e vongole
(2 persone)

500 gr cozze
400 gr vongole
1/2 bicchiere di vino bianco secco (o sidro di mele)
4 cucchiai di pangrattato
1/2 limone non trattato, zest
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 cucchiaio raso di aneto tritato
1 rametto di timo
1 spicchio di aglio
1 cucchiaio di burro (circa 15gr)


  • Mettete le vongole a spurgare in acqua salata per un paio di ore dopo di che sciacquatele bene.
  • Lavate le cozze eliminando quelle aperte o rotte,  strofinate con una paglietta se vi sono incrostazioni ed eliminate il bisso se presente (il bisso e' quel piccolo muschietto che puo' essere interno o esterno alla cozza). 
  • Scaldate bene una larga padella con un cucchiaio di olio e parte del timo e versatevi le vongole, fate sfumare con parte del sidro e coprite per una manciata di minuti finche' non saranno tutte aperte.
  • Dividete le vongole in due piatti adatti alla cottura al forno e bagnate con l'acqua di cottura precedentemente filtrata con un colino. Ripetete il procedimento identico per le cozze avendo l'accortezza di eliminare alcuni gusci che ingombrano inutilmente.
  • Per concludere: fate sciogliere a fiamma dolce il burro con l'aglio tritato finemente e non appena dorato versate sui molluschi. 
  • Utilizzando la stessa padella unta di burro tostate per pochi minuti il pangrattato dopo di che unitelo al prezzemolo, all'aneto e al limone grattuggiato finemente, aggiustate con sale e pepe e ricopritevi cozze e le vongole. 
  • Fate gratinare sotto il grill caldo per un paio di minuti e portate subito in tavola. 


15 comments:

Katia said...

Ma funziona o no? MI sta facendo diventare scema...

chiara said...

prova prova, 1,2,3 prova!!
questo gratin mi fa sognare una cenetta in terrazza, sotto un tetto di stelle, alla luce di lanterne...

Katia said...

ma allora rifunziona! :) baci

chiara said...

sembra funzionare :)
spero che il problema dei commenti sia risolto
ma ora non so come risolvere il problema della mia voglia di gratin!!! :)
baci

arabafelice said...

Finalmente!!!! :-)

E devo dire che visiterei volentieri questa colorita pescheria, anche se sinceramente avrei i tuoi stessi problemi nella...pesca!

Federica said...

Provaaaaaaaaaaa ^__^ FUNZIONAAAAAAAAAA Evviva tesoro finalmente. E ora ci vorrebbe doppia porzione di gratin :D! Un bacione grande, a prestissimo

lacucinaghiotta said...

Che spettacolo di piatto! Lo preparo a mia cognata che mangerebbe pesce anche a colazione! ;-)

Roby e Loris Feelcook said...

E brava Katia!!! Che meraviglia di gratin hai tirato fuori... mi piacerebbe proprio assaggiarlo al punto che solo alla vista del piatto il mio bimbetto scalcia alla grande! Sarà un segno???
Baci cara, ti scrivo prestissimo;-)
Roby

marifra79 said...

Felicissima che funzioni... ho avuto gli stessi problemi in questa settimana!! Ihihih anch'io avrei fatto attenzione ad uscirne pulita... bel gratin! Un abbraccio e buon fine settimana

lerocherhotel said...

che meraviglia! Complimenti per il bellissimo blog!

Acquolina said...

mio marito va pazzo per le cozze al gratin, meno male che qui non devo pescarle :-D
anzi, è troppo tempo che non le faccio, grazie!
baci

Ely said...

oh mamma una pesca un pò speciale, i problemi a commentare li ho pure io... stasera sembra meglio vediamo...
bellissimo e gustoso il tuo gratin, adoro le cozze gratinate! baciii

pips said...

mmm sembra tutto buonissimo qui da te, e davvero molto invitante come questo gratin :)

Katia said...

Ma che tristezza con lo spazio commenti bloccato per dei giorni :( Adesso per fortuna ha ripreso a funzionare... peraltro vi ringrazio molto per essere passate a salutarmi! Un abbraccio, K

Palato & Scarpette said...

troppo buonaaaaaaaa

Post a Comment

 
Copyright © 2010 KatiaAndKitchen, Katia P. All Rights reserved.